A CASA DI:
Alice e Carlo

CON:
Alice, Carlo, Esther, Giacomo, Michela e noi forchette

ANTIPASTI:
Bicchierino Tricolore

PRIMO:
Gnochetti di ricotta con ragu' di verdure

SECONDO:
Vitello in rosa con spuma di tonno

CONTORNO:
Pomodori in gratin

DOLCE:
Torta Crumble con Pesche e More
VINI:
- Raboso Rosato Frizzante, 2013 Bonotto delle Tezze  11% Brioso, fresco, intenso. Molto estivo se servito per il brindisi iniziale con i ghiaccioli all’anguria come abbiam fatto! Eclettico.
- Insolia Terre siciliane Igt 2013, di Cusumano 12,5 %. C’è il sole di Sicilia nel suo giallo intenso. Profumi esotici ed una giusta sapidità perfetta per la tendenza dolce degli gnocchi. Verace.
- Erba Luce di Caluso Docg 2013, “La Rustia” di Orsolani 12,5% Riflessi vivi e profumi di erbe aromatiche, una buona mineralità che bene si abbina al vitello delicato. Luminoso.
- Terre di Melona 2010 di Mazziotti 14 % Vendemmia tardiva di uve malvasia e grechetto. Un vino da dessert perfetto per il crumble, dolce ma non stuccevole. Un perfetto Happy-ending.

Estate e tanta voglia di cene all’aperto, profumi dell’orto e fiori di campo.
Peccato che questa pazza estate ci abbia fregati troppo spesso, non vi pare?...proprio come è successo a casa di Alice e Carlo: doveva essere una magica e calda serata in terrazza in compagnia di amici speciali ed
invece la dannatissima pioggia ha scombinato tutti i nostri piani. Diluvio universale.Lo sconforto poteva vincere facile ma noi, nonostante la natura avversa, abbiamo deciso che l’estate doveva comunque entrare nei nostri cuori ..quindi ripieghiamo in sala da pranzo e diamo via al colore: tavola imbandita con meravigliosi piatti in ceramica dipinti a mano, fresche ortensie fucsia intenso e soprattutto un profumatissimo menù arcobaleno.

La bellissima cucina bianca e verde di Alice, interamente progettata da lei stessa e dal marito Carlo, estroso architetto, oltre ad avere una vista mozza-fiato, è pure molto molto funzionale.
Federica è rimasta conquistata dal piano di lavoro, nel quale è stato ricavato un foro collegato ad una sottostante vasca in acciaio nella quale far confluire direttamente i rifiuti umidi: una gioia per quando si preparano le verdure!

Un po’meno gioia quando Stefania ha dovuto lottare con il sifone, niente…pare che questa mousse di salsa tonnata non “s’abbia da fare”…per fortuna i capperi fritti hanno convinto tutti, bellissimi da fare e da mangiare: nell’olio bollente si aprono come fiorellini e sono ottimi da mangiare. Provateli!

Altra genialata da parte di Esther, sorella di Alice: ghiaccioli al succo d’anguria, che ovviamente abbiamo serviti immersi nel raboso rosato: una vera bomba, da provare! Saranno un must per l’estate 2015.
Sempre Esther si è dedicata alla preparazione del dolce: un crumble da mangiare ad occhi chiusi mugolando.
Bhe complimenti Esther, ti auguriamo il meglio per la tua avventura con “Il dolce far niente”, attività che ti riesce benissimo ;-)

La serata prosegue allegra con il racconto di innumerevoli anedotti da parte di tutti i commensali. Ma su tutti ricordiamo l’intentato, per fortuna di Michela oseremmo dire, ovvero Giacomo e le sue idee “scuotimentos”, coca-cola e mentos…l’abbinamento perfetto?
Provare per credere…
Grazie ancora ad Alice, mamma, moglie, designer e amica fantastica.
Grazie anche a Carlo, lui si che sa concludere degnamente una cena con una ottima e varia selezione di grappine.
Che meraviglia!

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterGoogle