“Mmm…che profumino di formaggio “!

Ebbene sì, questa volta come delle topoline siamo andate alla ricerca del formaggio e siamo giunte a Villa Braida, bellissima location che ha ospitato la terza edizione del “formaggio in villa”.

Tre giorni dedicati ai grandi formaggi con degustazioni offerte dai migliori produttori, laboratori e grandi chef.  
E, secondo voi, potevamo perderci la performance del grandioso Moreno Cedroni, chef marchigiano, inventore del sushi all’italiana e delle simpatiche scatolette di tonno del suo incantevole “Clandestino”,
nonché chef pluristellato per la sua “Madonnina del Pescatore” ??? Certo che no!
Ci siamo dunque subito iscritte al suo Cooking show dedicato all’Asiago DOP.

Cedroni, con grande simpatia e disinvoltura, ha iniziato a cucinare spiegando i trucchi ed i passaggi di ogni ricetta dedicata a questo grande protagonista della cucina veneta.
Tutta la sala è stata catturata dalla straordinaria cordialità di questo grande cuoco e dalla fantasia dei suoi piatti…è riuscito a combinare il classico Asiago DOP in modo davvero insolito.
Oggetto della prima preparazione è stato un panino davvero originale con: fonduta di Asiago DOP, marmellata di aceto balsamico, filetto di tonno bianco scottato, insalatina e salsa di soia allo zenzero.
Cinque ingredienti, ognuno con una precisa consistenza, ma dal gusto unico e sorprendente!

Non abbiamo fatto in tempo a leccarci i baffi che il cuoco aveva già preparato il secondo ed ultimo piatto: tortellini ripieni con crema di Asiago adagiati su una riduzione di salsa di pomodoro ed accompagnati da un cucchiaio di tartare di carne al centro, il tutto guarnito con salsa di basilico e crema di Asiago…come dice lo stesso Cedroni,
“non dobbiamo dimenticare i condimenti tipici casalinghi come panna e prosciutto”!!
Buonissimi e giallissimi: pensate che per un chilo e mezzo di farina,
ha usato un chilo di tuorli d’uovo!
Tanto ci tiene alle uova italiane che, quando si trova a Londra per lavoro, se le fa spedire dal Bel Paese perché dice che quelle inglesi sono più pallidine delle nostre.
Ci ha addirittura confessato che alcuni ristoratori (soprattutto francesi) mettono persino il colorante nella pasta per renderla più gialla!
Siamo rimasti tutti un po’ a bocca aperta…
sarà per questo che Cedroni, pensandoci ancora affamati, ha iniziato a girare per i tavoli servendoci il bis direttamente dalla pentola???

E’ stato davvero un incontro magicamente stellato…
Moreno ci ha fatte sentire come se fossimo a casa in una delle nostre cene.

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterGoogle